Il Santuario dei Palici in un progetto di ricerca universitaria

[pullquote]Come già per le edizioni precedenti, dai progetti scaturirà una mostra itinerante che visiterà le università e i comuni coinvolti nell’iniziativa[/pullquote]Dal 15 al 18 settembre si aprirà a Catania presso il Monastero dei Benedettini la III edizione del Workshop “Siti archeologici e usi contemporanei” (Archaeology’s Places and Contemporary Uses), organizzato dall’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania (corso internazionalizzato in Archeologia), dalla Manchester Metropolitan University – School of Architecture, dall’Universitat Politecnica de Catalunya, dall’Universidad de Granada – Escuela tecnica superior de Arquitectura, e dall’University of Oulu – Faculty of Technology, Department of Architecture (Finlandia).
L’iniziativa, finanziata dall’Erasmus Intensive Program, è finalizzata a favorire l’incontro tra approcci e discipline diverse (archeologia, ingegneria, architettura) per una corretta e più efficace progettazione dell’allestimento dei siti archeologici, e vuole aprirsi anche al rapporto con il mondo delle soprintendenze e dei Parchi Archeologici e con il mondo del lavoro tramite accordi con aziende specializzate nel settore.
I referenti locali sono il prof. Pietro Militello e la dottoressa Alessandra Cilio, della facoltà di Lettere. Le località prescelte quest’anno come esercizio di progettazione sono il santuario dei Palici a Mineo, l’agorà di Camarina, il Castello di San Matteo a Scicli e la Via Sacra del parco della Neapolis a Siracusa, in accordo con i direttori dei Parchi Archeologici della ceramica del Calatino, di Kamarina, di Siracusa e di Cava d’Ispica.
Alla edizione di quest’anno prenderanno parte 45 studenti e 15 tra docenti e tutors, molti dei quali dei corsi di Archeologia e della Scuola di specializzazione dell’Ateneo catanese. Dopo le prime lezioni in aula e i sopralluoghi, il workshop continuerà a Venezia dal 19 al 28 settembre, e si concluderà con l’esame degli elaborati da parte di una giuria. Come già per le edizioni precedenti, dai progetti scaturirà una mostra itinerante che visiterà le università e i comuni coinvolti nell’iniziativa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...