Anna Maria Damigella, Luigi Capuana e le arti figurative

Anna Maria Damigella, Luigi Capuana e le arti figurative, Milano, LED, 2012.

Tra le varie curiosità e gli interessi extraletterari coltivati da Luigi Capuana (1839-1915) le arti figurative hanno occupato un posto importante che si è manifestato sotto aspetti diversi, fino ad ora non indagati. Questo libro li individua, li approfondisce e li illustra; fa conoscere, del novelliere e romanziere protagonista del verismo, del teorico e critico della letteratura contemporanea, noto a lettori e studiosi, tratti della personalità originali, che lo distinguono dai compagni di cordata e amici Giovanni Verga e Federico De Roberto. Viene ricostruita l’attività di Capuana disegnatore e caricaturista dilettante, inventore e sperimentatore di procedimenti di incisione (interlocutore Telemaco Signorini); fotografo professionale o quasi; frequentatore di mostre e studi di artisti, collezionista e critico d’arte militante occasionale. Nel libro sono pure analizzate diverse novelle che hanno come protagonisti dipinti, sculture, personalità di artisti fuori dal comune, e mettono in scena, in trame narrative costruite utilizzando esperienze vissute e riferimenti a racconti fantastici della letteratura romantica, temi cruciali della letteratura del tempo: il contrasto tra arte e vita simboleggiato dalla figura femminile, la natura inconscia del processo della creazione artistica.

Sommario:
Parte I: Capuana ‘artista’ – 1. «Disegnatore e pupazzettista»  – 2. L’amicizia con Telemaco Signorini e gli esperimenti di incisione – 3. Intorno a Profili di donne: Fasma e le altre – 4 La fotografia. Parte II: L’opera d’arte nella narrativa – 5. Il ritratto femminile e la donna fatale – 6. Il Ritratto di ignota e La redenzione dei capilavori – 7. La Sfinge, D’Annunzio e il simbolismo romano – 8. Le forze occulte – 9. L’«allucinazione artistica». Parte III: Capuana teorico – 10. Da Dopo la laurea a Per l’Arte – 11. Gli «ismi» contemporanei – 12. Mondo occulto e i Nuovi ideali d’arte e di critica. Parte IV: Gli amici artisti – 13. Escursioni d’arte – 14. Luigi Capuana e Michele La Spina – 15. Due scultori, Filippo Cifariello e Giovanni Nicolini – 16. Ritratti dipinti: Natale Attanasio e Il ritratto del maestro Albani – 17. Paesaggi dipinti, paesaggi descritti – 18. Intorno a due dipinti di Tullo Massarani – 19. Illustrazione del libro e procedimenti di riproduzione – Bibliografia – Indice dei nomi – Illustrazioni – Indice analitico delle illustrazioni.

Anna Maria Damigella è storica dell’arte. Ha insegnato nelle Accademie di Belle Arti di Catania, Firenze e Roma. È autrice di saggi, cataloghi e monografie su artisti e movimenti contemporanei italiani e stranieri dal secondo Ottocento al primo Novecento. Ha scritto su Gauguin, sulla Pittura simbolista, sul Divisionismo, il Liberty, il Futurismo; su Sartorio, Bargellini, Sciuti, Cambellotti, Basilio Cascella, Giovanni Martoglio, i “XXV” della campagna romana, Salvatore Grita e la scultura del realismo, Saverio Fragapane.

Anna Maria Damigella, Luigi Capuana e le arti figurative, Milano, LED, 2012, pp. 358, € 38,50. Distribuzione a Mineo: l.venticinque@inwind.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...